logo

Dove Siamo

  • fruttaverdura Imola
  • Indirizzo: via Imola Centro, 1
  • Provincia: BO
  • Città: Imola
  • Cap: 40026

Frutta Verdura Imola

featured image

Hai un negozio di Frutta e Verdura a Imola? Questo spazio web potrebbe essere tuo!

Contattaci subito per avere maggiori informazioni.

Comunica a tutti che vendi la migliore frutta e verdura a Imola e fatti trovare da chi ancora non ti conosce.

Contattaci





In zona puoi trovare anche:

GREMENTIERI ALDO SAS

VIA MONTANARA, 51
40026IMOLA (BO)

Tel. 054222566

C.P.C. S.R.L.

VIA COGNE, 12
40026IMOLA (BO)

Tel. 0542643300

PRIMAFRUIT ITALIA S.R.L. UNIPERSONALE

VIA LASIE, 10
40026IMOLA (BO)

Tel. 0542643568

GREMENTIERI ALDO SAS

VIA GAETANO DONIZETTI, 41
40026IMOLA (BO)

Tel. 0542680815

C.P.C. S.R.L.

VIA MONTANARA, 416
40026IMOLA (BO)

Tel. 0542667016

CICCARELLA DOMENICA

VIA UGO LAMBERTINI, 1/Q
40026IMOLA (BO)

Tel.


Frutta e Verdura a Imola per una corretta alimentazione

Il Negozio di Frutta e Verdura a Imola propone una vasta scelta di prodotti altamente selezionati. La clientela che già ha avuto modo di conoscerci ha potuto sperimentare l’assoluta qualità di frutta, ortaggi e verdura provenienti dal nostro territorio, e quindi a km zero, che sono state attentamente selezionate per poter offrire il meglio disponibile sul mercato.

Il nostro punto vendita che offre verdura e frutta di stagione a Imola è riuscito a centrale l’obiettivo che ci si era proposti e, ossia, quello di selezionare esclusivamente prodotti altamente qualitativi che hanno ottenuto un immediato riscontro da parte di una clientela che, nel tempo, si è fidelizzata.

È evidenziato in ogni testo che tratta di alimentazione il concetto che, consumare frutta e verdura in modo costante, deve essere una buona abitudine da prendere e da mantenere per assicurare al proprio sistema psico-fisico, il giusto apporto di vitamine, proteine, antiossidanti, magnesio, potassio ed altro ancora.

Non è necessario essere vegani per alimentarsi di quanto madre natura ci offre come prodotti dalla terra che, deve essere buona abitudine consumare anche da tutti coloro che apprezzano pietanze di carne e/o pesce.
Abituare i propri figli sin da piccoli a mangiare verdura e frutta deve essere una costante che ogni genitore deve tener ben presente per indirizzare il figlio a consumare degli alimenti che sono fondamentali per la sua crescita e, successivamente, per il suo benessere.

È quindi bene il fatto che si utilizzino anche degli escamotage creativi per agevolare l’assunzione di alimenti che, generalmente, sono poco attraenti per i bambini che preferiscono ben altro.

Qualche informazione su Imola

Imola è uno dei più grandi comuni della provincia di Bologna, con i suoi quasi 70mila abitanti, ed è famosa nel mondo non solo per il turismo e per l’arte, ma anche per la presenza dell’autodromo, intitolato a “”””Enzo e Dino Ferrari””””, che ora non ospita le gare di Formula 1, ma in passato è stato teatro di avvincenti duelli con protagoniste proprio le “”””rosse”””” di Maranello.

Raggiungere Imola è facilissimo sia attraverso l’autostrada adriatica, che in treno, ed anche in aereo, dati i soli 30 chilometri di distanza da Bologna. Imola è anche una delle città della ceramica, con una importante Cooperativa, che produce pavimenti in gres porcellanato, ed è attualmente il gruppo “”””leader”””” in Italia in questo settore.

Tra le cose da vedere durante una visita a Imola, c’è sicuramente la Rocca Sforzesca, risalente al “”””Duecento”””” che al suo interno ospita sia un allestimento di ceramiche medievali di grande prestigio, che una collezione di rare armi antiche. Inoltre, si può passeggiare sui suoi “”””camminamenti”””” gustando un panorama a 360° che offre la visione sia dell’Appennino che della pianura che circonda la città. Molti sono anche i palazzi nobiliari che si trovano nel suo centro storico, che in gran parte sono aperti per le visite al pubblico. Tra questi il più suggestivo è sicuramente Palazzo Tozzoni, con le sue cantine nelle quali si trova una collezione di attrezzi e strumenti legati alla civiltà contadina; nei piani superiori, invece, si trovano degli arredi splendidamente conservati. Di grande interesse è anche il Museo di San Domenico, che si trova nel chiostro di un ex convento, quello dei Santi Nicolò e Domenico, situato vicino all’omonima chiesa. In questo museo sono ospitati sia la sezione archeologica del Museo “”””Giuseppe Scarabelli””””, che la Pinacoteca Civica nella quale si trovano opere di maestri di epoche diverse, come Bartolomeo Cesi, Innocenzo da Imola, De Pisis e Guttuso.

I colori del benessere

Non tutti sanno che i principali colori di frutta e verdura sono riassumibili nelle tonalità di Blu, Giallo, Verde, Bianco e Rosso e che ognuna di queste è importante per salvaguardare la propria salute. Infatti, ad ogni colore corrisponde una teoria di benefici rappresentati da proprietà nutritive ed alimentari indispensabili per l’equilibrio dell’organismo.

Frutta e Verdura offrono tutte quelle componenti che rafforzano le difese immunitarie e consentono di mantenere efficiente ed in salute il nostro fisico oltre a ridurre le possibilità di ammalarsi di diabete, di tumori e di infermità cardiovascolari.

Tutti i nutrizionisti suggeriscono di consumare quotidianamente cinque porzioni di frutta e verdura che possono essere rappresentate da una spremuta la mattina, un frutto al pomeriggio, una insalata a pranzo, verdure cotte a cena.

Interessante è lo scoprire che scegliendo frutta e verdura di colori differenti, si riesce a coprire l’intera gamma di elementi necessari ad alimentare idealmente l’organismo.

Scegli di assaporare i colori del benessere e della salute! Vai nel negozio di Frutta e Verdura di Imola.

Ecco una analisi delle proprietà a secondo dei colori.

  • Arancio/Giallo: limoni, albicocche, arance, clementini, pompelmi, pesche, carote, nespole, melone, zucca e mais sono vegetali ricchi di carotenoidi, flavonoidi, vitamina C che presentano proprietà antiossidanti utili per il benessere delle articolazioni e delle ossa.
  • Rosso: anguria, fragole, ciliegie, mele deliziose, arance sanguigne, rape, peperoni, pomodori e barbabietole sono alimenti ricchi di licopene che risulta essere un ideale contrasto contro problemi cardiocircolatori e vari tipi di tumore. Inoltre, antiossidanti e antocianine contenute in questi alimenti risultano essere dei cardioprotettori.
  • Viola/Blu: uva nera, prugne, frutti di bosco, fichi, melanzane, radicchio sono alimenti ricchi di antocianine, carotenoidi, vitamina C, magnesio e potassio.
  • Bianco: funghi, sedano, cipolla bianca, aglio, finocchi, cavolfiore, porri e pere hanno la caratteristica di contenere selenio, potassio, vitamina C, flavonoidi, polifenoli ed allicina capaci di ridurre la presenza di colesterolo nel sangue e di abbassare la pressione arteriosa.
  • Verde: kiwi, zucchine, spinaci, asparagi, rucola, lattuga, cetrioli, carciofi, cavoli, prezzemolo, agretti, broccoli e basilico sono tutti ricchi di carotenoidi, acido folico, vitamina C, magnesio e luteina che è un aiuto per la vista e gli occhi.

Dove trovare i colori del benessere e della salute? Vai nel negozio di Frutta e Verdura di Imola.

Quiche Zucca e Bieta

Una soluzione interessante per far mangiare la verdura cotta ai bambini è quella di presentarla in modo alternativo come quello di una invitante torta salata.

La qualità degli ingredienti è fondamentale, sai dove procurarti quelli migliori a Imola?

Questa torta salata è facile da preparare e può essere elaborata anche con qualche ora di anticipo prima di essere servita in tavola. Il ripieno risulta gradevole al palato la dolcezza della zucca che con bieta e panna fresca, risulterà gradevole.

Abbiamo considerato il fatto che acquisterete la pasta brisè già pronta e come ripieno per una torta di 24 cm. di diametro, questi sono gli ingredienti e le dosi da considerare:

1 kg zucca, 700 gr Bieta, 3 uova, 100 gr. panna fresca liquida, 70 gr. Parmigiano, 40 gr. olio EVO, sale e pepe q.b., 1 rametto rosmarino, 2 spicchi d’aglio.

Preparate il ripieno tritando il rosmarino dopo averlo lavato. Fate a fette la zucca dopo averla mondata della buccia e riducetela a cubetti piccoli. In una padella fate soffriggere l’aglio nell’olio e quando dorato, aggiungete la zucca con rosmarino, pepe e sale q.b. Cuocete a fuoco lento per 20 minuti, dopo aver messo un coperchio e tolto l’aglio. Sciacquate la bieta che taglierete in modo da cuocerla uniformemente in una padella dopo aver fatto rosolare uno spicchio d’aglio con l’olio. Dopo 5-6 minuti a fuoco lento togliete l’aglio e mettete sale e pepe dopo aver eliminato l’acqua in eccesso, mettendola in un recipiente. In una boule metterete le uova che lavorerete con una frusta salando e pepando q.b. Poi versate a filo la panna continuando a sbattere il composto aggiungendo il Parmigiano grattugiato. Terminata questa operazione, adagiate su di una teglia precedentemente imburrata ed infarinata, la pasta brisé che farete aderire alla teglia sia sul fondo che sui bordi, eliminando l’eccesso con un coltello. Una volta preparata la base, mettete lo strato dei cubetti di zucca e poi versate il composto di panna, uova e formaggio fino a sommergere la zucca e la bieta che cuocerete in un forno statico preriscaldato a 170° per un’ora. A cottura terminata lasciate raffreddare prima di tagliarla e servirla.

Sei un amante di nuovi sapori? Scopri dove si acquistano verdure e frutta in zona Imola

Trucchi per far mangiare ai bambini la verdura

Dopo aver scelto presso il centro di Frutta e Verdura a Imola la pietanza da preparare, ecco qualche suggerimento per incentivare il vostro bambino a consumarla.

Usate la psicologia.

Evitate di parlare del vostro figlio in sua presenza, lamentandovi del fatto che non mangia piatti di verdure ma, al contrario, dite che ama mangiare frutta e verdura anche se state mentendo. La ragione è quella da formare nella mente del piccolo, il concetto che accettare di mangiare le verdure è una cosa naturale e buone sono le possibilità di un subliminale passaggio che avrà come risultato quello di eliminare parzialmente o, anche totalmente, il rifiuto preconcetto da parte del piccolo.

Altro suggerimento utile è quello di presentare delle porzioni mignon che risultano, psicologicamente, essere più facilmente assimilabili di una porzione normale che appare impegnativa e di difficile accettabilità.
E’ un buon sistema quello di procedere a piccoli passi proponendo un percorso fatto dall’inserimento di verdure in modo graduale in pietanze normalmente accettate dal piccolo.

Altro sistema è quello del coinvolgimento nella preparazione del pasto come il fargli lavare la verdura (o sbucciarla come, ad esempio, i piselli o i fagioli) evidenziando il suo ‘aiuto‘ una volta portato il piatto in tavola al fine di incentivarlo ad assaggiare (e a mangiare) quello che è il risultato anche del suo lavoro. Dove questo passaggio non fosse possibile, tuttavia coinvolgetelo nella scelta della ricetta, responsabilizzandolo su quegli ingredienti che utilizzerete sempre evidenziando il fatto che è stata sua la scelta di quel piatto.

Eliminate l’alternativa che spesso utilizzate per sostituire un determinato piatto di verdure in quanto il bambino, sapendo che può sfruttare questa opzione, farà leva affinché l’alternativa prenda il posto della verdura che ha precedentemente rifiutato.

Create una sorta di complicità tra il piccolo ed il cibo sotto forma di gioco. Ad esempio, una ‘caccia al tesoro’ potrebbe stimolarlo a mangiare la pietanza per trovare qualcosa che avete nascosto in precedenza.
Quando possibile, portare il bambino a mangiare in compagnia dei suoi amichetti ma anche di vostri amici adulti. Esiste la possibilità che dinnanzi a delle persone che vivono al di fuori del contesto familiare, per soggezione o perché non pressato, vada a mangiare quelle verdure che a casa non mangia.

Sapete che esistono dei racconti per bambini che parlano di verdura? È sufficiente fare una ricerca in internet per scoprire tanti racconti che aiutano il bambino nell’accettare frutta e verdura.

Sapete che esistono gelati al gusto di verdura? La creatività dei gelatai è così varia che hanno creato gelati al sapore di verdura che sono solitamente ben graditi dai più piccoli.

Sapevate che è possibile bere la verdura? È facile trovare in commercio degli speciali elettrodomestici che centrifugano il succo della verdura mantenendo intatto il suo valore nutritivo che può essere miscelato con altri sapori e dato da bere anche ai bambini più riottosi.

A Imola potete acquistare tutti gli ingredienti per fare degli ottimi centrifugati a base di Frutta e Verdura.

Il BIO da non perdere

Mangiare frutta e verdura costantemente è cosa buona e giusta ma è necessario sapere che i fertilizzanti ed i pesticidi solitamente utilizzati dagli agricoltori per tutelare i loro prodotti, non sono l’ideale per la nostra salute. Per questa ragione anche in Italia si sta sviluppando una agricoltura biologica che consente, in modo del tutto naturale, la crescita di prodotti genuini che assicurano il nostro benessere. Studi confermati da tempo hanno evidenziato il fatto che il biologico, rispetto alla coltivazione tradizionale, presente delle caratteristiche che garantiscono un più elevato contenuto di minerali; un ideale apporto di antiossidanti tra cui la Vitamina C; una bassa concentrazione di nitrati; totale assenza di pericolosi fitofarmaci e di antiparassitari.

Va anche ricordato il fatto che l’agricoltura biologica tutela la natura avendo un minor impatto ambientale e non producendo l’avvelenamento e la eutrofizzazione delle acque, l’avvelenamento di animali, la distruzione della flora microbica e l’erosione.

Un frutto coltivato in modo biologico si può degustare comprensivo della sua buccia che, è risaputo, contiene importanti principi attivi per l’alimentazione.

Oltre tutto, i prodotti non biologici che vengono trasformati possono essere coadiuvati da oltre cinquecento additivi chimici mentre, per quelli bio il massimo scende ad una trentina che, necessariamente, devono essere di origine naturale.

Sei un centro di Frutta e Verdura di Imola? Evidenzia la qualità dei tuoi prodotti BIO per fidelizzare il maggior numero di clienti.